La grande impresa del Saturn V Russo.

Potrebbero interessarti anche...

8 Risposte

  1. alessiox1 ha detto:

    Comunque se parliamo di payload da portare in Leo il saturn poteva portarne di più rispetto al razzo russo, parlando di Luna mi chiedo quando ci torneremo…………😦

    • Stefano Piccin ha detto:

      Dopo che in questi giorni la NASA ha affermato che non le sarà possibile arrivare su Marte con gli attuali budget, e soprattutto non con una missione solamente americana, io sono un po’più pessimista anche riguardo alla Luna.

      • alessiox1 ha detto:

        Che poi per tornare sulla Luna non ci vogliono budget immensi alla fine la NASA ha detto che potrebbe tornare sulla Luna entro il 2022 e mettere una base nel 2027, per una base in orbita lunare(il cosiddetto deep space gateway) servirebbero 80 miliardi e per la base sulla superficie lunare sempre 80 miliardi con circa 160 miliardi si potrebbero fare entrambi per fare un paragone per la ISS in venti anni si è speso 100 miliardi , se la NASA e i suoi partner decidessero di raddoppiare la cifra che hanno speso per la ISS e spenderli in questo due progetti in meno di venti anni li potrebbe vedere diventare realtà e cosi potrebbero anche sviluppare le tecnologia per andare su Marte negli anni 40 o 50.

  2. alessiox1 ha detto:

    Mi chiedo se in futuro vedremo razzi cosi potenti attualmente l’unico razzo di capacità simili in progettazione dovrebbe essere SLS ma ricordiamoci che tale razzo dovrebbe essere diviso in 3 versioni SLS block 1 (70 t) block 2(100/105t) block 3 (130/140/150t),sulla prima sono abbastanza fiducioso e la vedremo nel 2019 e verrà lanciato la navicella Orion senza equipaggio e poi un altro lancio con equipaggio però questa volta nel 2021/2023 ma sulle altre due versioni sono scettico anche perchè non sanno come utilizzare questi razzi ,la block 1 può essere utilizzata per lanciare la navicella Orion e i moduli della futura deep space gateway(la stazione spaziale lunare) ma il block 2 e il block 3? certo si potrebbe usare per le sonde dato che potrebbe portare sonde sempre più potenti sempre più lontano ma se un lancio costa 1/1,5/1,8 miliardi al lancio tanto vale usare un razzo meno potente come il falcon heavy (64 t) ma che dovrebbe costare 90 milioni al lancio(anche se fosse il quadruplo il costo il discorso non cambia).

  1. 30 luglio 2017

    […] della storia dell’uomo, esordendo con due grandi fallimenti dell’industria sovietica: il razzo N-1 e lo spacecraft Buran. Nella seconda invece vi ho proposto la mia idea di recensione, e abbiamo […]

  2. 16 agosto 2017

    […] parliamo ancora di una macchina costruita dall’unione sovietica. Dopo lo spazioplano Buran e il razzo lunare N-1 ecco a voi il mostro del Mar Caspio, il più grande ekranoplano mai costruito. Prima di parlare nel […]

  3. 19 settembre 2017

    […] storia dell’astronautica. Il Proton, infatti è stato costruito su derivazione del razzo N-1 (ne abbiamo parlato anche qui su viaggi nello spazio). Il volo inaugurale del Proton risale al 16 luglio 1965, quello del Proton-M al 7 aprile 2001.  […]

  4. 21 settembre 2017

    […] ingegneri russi furono grandi rivali negli anni precedenti, durante la corsa alla costruzione del razzo N-1 che poi fu “vinta”dal team di Kurolev. Dopo la sua morte nel 1966 il suo gruppo rimase […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.