Valutazione dei libri su Viaggi nello spazio

Una delle attività principali di Viaggi Nello Spazio è il parlarvi di libri. Come forse avrete notato, i libri di cui parlo qui sono principalmente saggi di comunicazione scientifica e romanzi di fantascienza. Una volta a settimana di Martedì, esce quindi una nuova recensione. Per tre settimane saggistica e una volta al mese fantascienza. Alla fine di ogni recensione sono presenti dei criteri di giudizio e un voto complessivo. Questi criteri sono diversi a seconda della tipologia del libro e cerco in questa pagina di darvi una piccola spiegazione su cosa rappresentano ognuno di essi.

Libri di Divulgazione Scientifica.

Per i saggi, questi criteri sono molto più soggettivi che per un romanzo, in quanto la qualità percepita di questi libri dipende molto dalle caratteristiche personali di ogni lettore. Questi voti vanno dunque presi per quello che sono: una mia personale valutazione. Aspettatevi di trovarvi in disaccordo se avete già letto il libro e anzi, spero che mi rendiate partecipe di questo disaccordo con un commento direttamente sotto alla recensione o su uno dei social.

Difficoltà

Questo è uno dei voti più difficili da dare e da comprendere. Rappresenta la difficoltà del libro, intesa come quantità di competenze o di approffondimento personale che un lettore dovrà avere o fare per capire appieno il testo. Il linea di massima tutti i libri che recensisco possono essere letti da chiunque, libri più difficili richiedono semplicemente uno sforzo di comprensione in più per alcuni.

Un valore di 10 in Difficoltà sta a rappresentare un libro molto difficile, ma scritto in modo talmente comprensibile, e con talmente tanti riferimenti e note su cui approfondire, che l’enorme difficoltà è mitigata, se non completamente assorbita dalla qualità della divulgazione scientifica e dalle abilità dell’autore. Al contrario un libro che ha un valore 0 in questo parametro è inutilmente e incomprensibilmente difficile, oppure talmente facile e banale da aver semplificato troppo l’argomento di cui parla.

Soddisferà la vostra curiosità?

Questo è sicuramente il parametro più importante per un libro di divulgazione scientifica. Rappresenta la capacità del libro di rispondere alle vostre domande e allo stesso tempo di dare una soluzione ai problemi specifici che tratta. Attenzione però! Un libro potrebbe avere un valore alto in questo parametro senza rispondere a neanche una domanda e ponendone invece decine. Questo perchè spesso, le risposte non sono ancora disponibili. Sono inoltre fermamente convinto che soddisfare la curiosità vuol dire prima di tutto alimentarla.

Leggibilità

La leggibilità rappresenta la qualità della divulgazione scientifica. Questo parametro rappresenta quanto l’autore è stato bravo a rendere scorrevole, comprensibile e scalabile il suo contenuto. Un libro con un voto alto in Leggibilità potrebbe anche essere molto difficile ma l’autore con esempi, aneddoti, ironia e coltivando la curiosità del lettore ha saputo tenermi incollato al libro. Questo vuol dire una buona diculgazione scientifica.

Fonti

Questo parametro tiene in considerazione principalmente la quantità e la qualità delle citazioni di un particolare testo. La maggior parte dei libri di divulgazione scientifica possiede infatti un’intera sezione dove sono raggruppati i contenuti (articoli scientifici, testi didattici, altri libri di divulgazione) dove l’autore ha raccolto le sue informazioni e i suoi dati per la stesura del suo libro. Una sorta di bibliografia in pratica. Più questa bibliografia è precisa e di qualità più questo punteggio è alto.

Se volete qualche informazione in più su di me e su Viaggi nello spazio (magari per sapere se potete fidarvi o meno delle mie valutazioni), potete soddisfare la vostra curiosità direttamente dalla pagina Dove sei Finito?

Se invece siete interessati a supportare Viaggi nello spazio, scoprirete che farlo è molto più semplice di quanto vi aspettiate.

A presto,

Stefano.